Monthly Archives:Febbraio 2016

AGOPUNTURA – trattamenti personalizzati per gli associati e ciclo di conferenze

24 Feb 16
admin
No Comments

Grazie alla collaborazione con la dr.ssa Stefania Cerutti, la nostra associazione offre ai propri associati la possibilità di fruire di trattamenti personalizzati di agopuntura. Per informazioni e prenotazioni contattare tramite mail all’indirizzo: info@ayurveda-bergamo.it oppure telefonicamente +39.347.71.77.971 (Alessandro). Nel mese di aprile l’associazione organizzerà una serie di serate di approfondimento della materia.

12601287_1535794933417901_382086149_n

L’agopuntura (针刺, in cinese) è una medicina alternativa che fa uso dell’inserzione di aghi in taluni punti del corpo umano al fine di promuovere la salute ed il benessere dell’individuo: secondo la medicina tradizionale cinese, stimolando questi punti si possono correggere gli squilibri nel flusso del qi attraverso canali conosciuti come “meridiani”.

L’origine dell’agopuntura in Cina è incerta. I primi riferimenti bibliografici a questa pratica sono presenti nell’antico testo cinese Huangdi Neijing, il leggendario Canone di Medicina Interna dell’Imperatore che fu compilato tra il 305 ed il 204 a.C.. Prima di ciò, è ipotizzabile che venissero utilizzati strumenti in pietra o in osso, e quindi assolutamente lontani dalla visione che abbiamo oggi della pratica.

La pratica si diffuse secoli fa in molte parti dell’Asia; essa è inclusa nel corpo teorico-pratico della medicina tradizionale cinese, di cui costituisce una delle sue 5 componenti (insieme a dieta, fitoterapia, massoterapia e le ginnastiche psicofisiche quali Qi Gong e Tai Chi); alcune sue forme sono anche descritte nella letteratura della medicina tradizionale coreana (nella quale viene chiamata yakchim) come pure in India.

DISTURBI CIRCOLATORI: L’agopuntura è molto efficace nelle persone che soffrono di pressione bassa, rispondono bene i casi di ipertensione labile, quando cioè la pressione sale ma poi ridiventa normale e quelle in fase iniziale.

– Grandi effetti si ottengono nei disturbi legati alla circolazione venosa (varici, gambe pesanti, crampi, gonfiore): il trattamento determina un forte ritorno venoso che si può confermare con gli esami doppler e che il paziente avverte come una piacevole sensazione di “leggerezza”.

– Nei disturbi arteriosi delle gambe, se non gravi, si aumenta l’autonomia di “marcia”, ovvero scompaiono i dolori che appaiono anche dopo poche centinaia di metri di deambulazione (claudicatio): questi dolori derivano dalla insufficiente irrorazione dei muscoli da parte delle arterie e l’agopuntura migliora il circolo arterioso favorendo la formazione di nuovi circoli compensatori.

DISTURBI DELLA PELLE: Gli eczemi di origine allergica, i pruriti senili e i pruriti su base nervosa sono molto sensibili al trattamento con gli aghi.
Discorso a parte per le verruche del viso (dovute a un deficit immunologico causato quasi sempre dallo stress): si ottengono risultati immediati e definitivi con una o al massimo tre applicazioni.
Per le verruche delle mani e dei piedi è necessaria invece l’asportazione chirurgica.

DISTURBI DIGESTIVI: In questo settore prima di prevedere un trattamento di agopuntura è importante escludere patologie organiche: una banale colite può nascondere ad esempio malformazioni dell’intestino (diverticoli, megacolon) o patologie più gravi, lo stesso dicasi per le gastriti e per altri disturbi di comune osservazione è necessaria quindi un’attenta diagnosi da parte del medico, suffragata anche da esami strumentali precisi e mirati.

DISTURBI NEUROLOGICI: Le cefalee sono un grande campo di azione per l’agopuntura che riesce, nella stragrande maggioranza dei casi, a “guarire” la malattia: osserviamo ogni giorno, da più di 20 anni, persone che soffrono di cefalee decennali intense e che vedono cambiare positivamente la loro qualità di vita, passando da crisi con frequenza settimanale a qualche episodio durante l’annole nevralgie del trigemino e le paresi del facciale si risolvono in oltre l’80% dei casi.
Per l’herpes zoster dobbiamo considerare l’agopuntura come il trattamento di prima scelta: il virus infatti è molto più sensibile al campo elettrico indotto dagli aghi che ai farmaci antivirali.

DISTURBI ORMONALI E GENITALI: La prima, tra le indicazioni dell’agopuntura, riguarda proprio la sfera endocrina. In questo settore possiamo “quantizzare” gli effetti dell’agopuntura: non ci si attiene solo alle informazioni che fornisce il paziente (tipo “mi sento meglio” o altre valutazioni del genere) ma è possibile confrontare i dosaggi ormonali prima e dopo il trattamento. La tiroide è particolarmente sensibile agli effetti dell’ago e se ci si attiene alle indicazioni si ottengono effetti nella quasi totalità dei casi: basta non trattare le situazioni non curabili (vedi tabella). Lo stesso dicasi per i disturbi del ciclo mestruale (amenorree, cicli anovulatori, cicli troppo abbondanti o scarsi, cicli troppo brevi o lunghi): si effettuano in genere una o due sedute al mese, a seconda del problema ormonale. Le dismenorree (dolori mestruali intensi), se non sono dovute a cause organiche (come endometriosi o tumori), si trattano una volta al mese, 4-5 giorni prima del flusso: in genere dopo tre applicazioni si osserva la scomparsa definitiva dei disturbi, senza dover più ricorrere all’uso di farmaci analgesici. I disturbi della fertilità maschile richiedono in genere 6-7 applicazioni: se escludiamo le azoospermie (assenza completa di spermatozoi), l’agopuntura può migliorare moltissimo sia il numero che la motilità degli spermatozoi, aumentando l’indice di fertilità.

DISTURBI OSTEO ARTICOLARI: E’ il settore per il quale ci si rivolge maggiormente all’agopuntura, poiché l’agopuntura viene presentata dai mezzi di informazione soprattutto come “terapia antidolore”: in realtà il dolore è solo una delle indicazioni dell’agopuntura.
In ogni caso l’agopuntura non è un “analgesico” alla pari dei farmaci.
Se così fosse, come il farmaco antidolorifico deve essere assunto una o due volte al giorno anche l’agopuntura dovrebbe essere praticata almeno una volta al giorno: invece le sedute di trattamento sono una o al massimo due la settimana l’agopuntura fa scomparire il dolore perché elimina “selettivamente” l’infiammazione lì dove essa risiede.
Eliminando l’infiammazione si ottengono due cose simultaneamente:
1) la scomparsa del dolore
2) l’arresto del processo artrosico, se presente.
Infatti l’infiammazione è il primo fattore che causa e fa progredire negli anni il processo artosico.

DISTURBI RESPIRATORI: L’agopuntura cura il “terreno allergico”, in pratica riduce la produzione degli anticorpi responsabili delle manifestazioni allergiche.
Questi anticorpi sono chiamati “immunoglobuline E” (o “reagine”): i soggetti allergici ne producono in quantità eccessiva.
I sintomi (rinite, congiuntivite, asma allergico) sono scatenati dall’esposizione a sostanze diverse (pollini, polvere, muffe): il problema, tuttavia, non è legato a queste sostanze ma alla eccessiva reazione dell’organismo.
L’agopuntura trova inoltre ottime indicazioni anche nell’asma non dovuto a cause allergiche e nelle sinusiti.

DISTURBI SESSUALI: E’ il settore nel quale l’agopuntura esplica al massimo i suoi effetti: eppure pochi pensano di ricorrere all’agopuntura in presenza di problemi sessuali.
Se si escludono le patologie importanti che possono portare a problemi sessuali (come il diabete, i disturbi vascolari, le malformazioni degli organi genitali, i disturbi psichici gravi), in tutti gli altri casi gli effetti dell’agopuntura sono assolutamente di alto rilievo.

DISTURBI URINARI: Possiamo trattare con l’agopuntura:
– l’incontinenza urinaria delle persone anziane
– le cistiti ricorrenti batteriche e non batteriche
– l’enuresi dei bambini.

AYURVEDA – trattamenti personalizzati per i nostri associati

09 Feb 16
admin
No Comments

I trattamenti ayurvedici vengono eseguiti presso la sala olistica del centro estetico Everline di Bergamo via Borgo Santa Caterina n. 68 previo appuntamento telefonico (+39.347-7177971) o mail (info@ayurveda-bergamo.it).
Tutti i trattamenti vengono eseguiti da associati che hanno conseguito l’attestato di operatore ayurvedico certificato da scuola di formazione registrata presso i registri tenuti dalla Regione Lombardia.

Trattamenti ayurvedici:

  • Abhyangam (tri-dosha / Vata / Pitta / Kapha) – massaggio per il riequilibrio dei dosha, può avere effetto rilassante, drenante, decontratturante, calmante, tonificante –  durata circa 90 minuti (offerta libera minimo euro 40,00);
  • Massaggio sonoro (campane tibetane e diapason) per l’apertura e il riequilibrio dei chakra – durata circa 30 minuti (offerta libera minimo euro 15,00);
  • Hot stone massage – massaggio con pietre laviche calde – durata circa 30 minuti (offerta libera minimo euro 15,00);
  • Massaggi parziali: testa/collo/spalle – addome/pancia/braccia – gambe/piedi – schiena – durata circa 30 minuti (offerta libera minimo euro 15,00);
  • Shirodharamassaggio della testa con olio caldo (circa 5 kg) con la tipica Dhara: durata circa 20 minuti (offerta libera minimo euro 30,00);
  • Balabhyangam e Garbhabyangam: massaggio specifico per neonati e donne in gravidanza – durata circa 30 minuti (offerta libera minimo euro 15,00);
  • Marmabhyangam: massaggio specifico dei punti punti marma e sblocchi emozionali, fortifica il sistema immunitario – durata circa 60 minuti (offerta libera minimo euro 30,00)

Reiki – trattamenti personalizzati per gli associati e ciclo di conferenze

09 Feb 16
admin
No Comments
  1. E’ di questi giorni la notizia dell’utilizzo della tecnica del Rei-Ki negli ospedali per favorire la guarigione dei pazienti.
    Ma il Rei-Ki è una tecnica spirituale soprattutto molto antica.

Definire il Rei-Ki è quasi impossibile perché il Rei-Ki (Energia Universale-Energia Vitale) non è solo una tecnica antichissima di guarigione, ma è un percorso che attraverso il terapeuta porta chi vi si avvicina alla propria autoguarigione attraverso l’equilibrio di spirito e mente.
Il Rei-Ki interviene quando l’armonia e l’equilibrio che garantiscono la salute per qualche ragione subiscono dei mutamenti tali da intervenire e rompere quell’equilibrio e, quindi, il terapeuta, ” umile cantastorie di storie vere dimenticate,  ha il compito di riportare nel mondo favole che sono storia e storia che sembra favola”.

Ciclo di conferenze c/o Centro Vivace, via Papa Giovanni XXIII n. 10 – Ponteranica
23 marzo 2016: il Reiki e le sue finalità

30 marzo 2016: dimostrazione pratica di trattamento reiki

Woman Getting a Reiki treatment

Woman Getting a Reiki treatment

Come?
Attraverso l’uso della Forza, intesa non come forza fisica, bensì come quella Forza protetta e custodita nel tempo dalle “scuole misteriche” in ogni parte del mondo.
E’ Kalon, L’Energia di guarigione che attraverso i Terapeuta viene trasmessa per curare la persona malata e farla guarire prima attraverso il terapeuta e poi attraverso se stesso.
Perché il Rei-Ki risponde a principi antichi, agli stessi che gli antichissimi centri di cura e spiritualità riassumevano in una frase incisa sopra i portali di ingresso “CONOSCI TE STESSO”, e cioè:
1. Comprendi Tu individuo di essere un canale in cui scorre il flusso di energia, di Forza e di debolezza;
2. Percepisci Tu individuo tutte le condizioni come sintomi ed i mutamenti delle condizioni come mutamenti dei sintomi e degli equilibri;
3. Assumiti Tu individuo la responsabilità della Tua guarigione, devo voler guarire;
4. Assumiti Tu individuo la responsabilità della scelta della Tua via di guarigione;
5. Utilizza sempre TU individuo il buon senso per mantenere l’equilibrio.
Il terapeuta, attraverso il trattamento Rei-Ki, interviene all’interno della malattia e dello squilibrio dell’individuo trattato rispondendo proprio a questi 5 principi.
Attraverso la propria centratura ed intenzionalità il terapeuta imponendo le mani su centri di flusso energetico del nostro corpo (i Chakra) porta calore dove c’è vuoto e disperde l’energia dove vi sia un ristagno, affinché l’energia possa liberamente circolare in modo equilibrato attraverso i centri energetici del nostro corpo che in questo modo porti alla guarigione dell’individuo trattato.
La forza non interviene direttamente nel corpo bensì lo stimola e lo induce a percepire il più possibile le sue funzioni naturali, stimola le possibilità di mantenimento e di sviluppo della vita che sono proprie del corpo, intervenendo direttamente sul metabolismo  o sulla psiche, affinché sia sostenuta un’armonia di base sana e durevole.
Quanto più la malattia si estende in modo ampio alla psiche  tanto più la persona deve collaborare alla guarigione ed essere motivata al cambiamento.
La guarigione avviene solo quando vi sia
– Verità: la consapevolezza di se come individui canali di flussi di forze energie e debolezze da il via alla guarigione;
– Amore: decidere di vivere e comprendere che tutto lavora a favore della tua guarigione, al fine di accettare la responsabilità della propria guarigione;
– Conoscenza: il buon senso per mantenere l’equilibrio.
Prendiamo consapevolezza di noi e decidiamo di guarire, attraverso un percorso che non è solo fisico ma anche e soprattutto di conoscenza spirituale di noi.

Per appuntamenti: info@ayurveda-bergamo.it / Tel. +39.347-7177971
I trattamenti vengono tenuti presso la sala olistica del centro estetico Everline di Bergamo Borgo Santa Caterina n. 68

Operatore: Consuelo Locati